Pesci presenti - lago smeraldo

I TRE LAGHI

Surf
Vai ai contenuti
Storione
La bocca nettamente infera, protrattile e tubiforme. Ha sul davanti 4 barbigli cilindriformi che rivolti all'indietro non raggiungono il labbro superiore. Il muso è molto allungato tanto che la sua lunghezza è pari a quasi la metà del corpo. Sul corpo sono presenti 9-14 scudi dorsali, 24-36 scudi laterali e 8-14 scudi ventrali. La coda è eterocerca, con il lobo superiore molto allungato. La pinna dorsale, la pinna inferiiore e le pinne ventrali sono posizionate nella parte posteriore del corpo. Il primo raggio delle pinne pettorali è ossificato.La livrea prevede dorso grigio-grigio-bruno o verdastro, più chiaro lungo i fianchi, mentre il ventre è giallo-biancastro.
Storione Huso Huso

E' il pesce più grande tra i fornitori del caviale ed è tra tutti l'unico predatore. Rarissimo, vive oltre 100 anni e solo a 15 anni diventa maturo. Straordinariamente forte e feroce, dotato di una grande bocca, raggiunge una lunghezza di quattro metri ed un peso superiore ai 700 Kg. Oggi si trova solo nell’area caspio-danubiana in Iran e non se ne catturano più di un centinaio l’anno. La fase riproduttiva non è molto frequente, ogni 3 anni, e le sue uova rappresentano circa il 20% del peso di ogni esemplare. Può produrre fino 100 kg di caviale.
Trota Salmonata
La Trota (Salmo trutta), un pesce di acqua dolce appartenente alla famiglia dei Salmonidi dell'ordine degli Salmoniformes, è diffusa in tutta Europa. È molto sensibile alle condizioni ambientali e vive solo in acque pulite, poiché non sopravvive all'inquinamento. Non bisogna dimenticare che la trota appartiene alla stessa famiglia dei e pertanto si può adattare benissimo anche alla vita in acqua salata. Al contrario dei salmoni la sua migrazione non è obbligata e scatta solo in presenza di determinati fattori genetici ed ambientali
Trota Fario

La trota come cibo
Quando si parla di trota da un punto di vista culinario, va notato che quasi mai si trova in commercio la "vera" trota autoctona, la Trota Fario, in quanto molto più difficile da allevare della Trota Iridea, di origine americana, che vive anche in laghi con acque fangose e acque debolmente ossigenate. Per questo motivo sulle trote acquistate al mercato non troverete le macchie rosse tipiche della Trota Fario.
Ecco alcuni dati che possono essere utili quando si sceglie di mangiare la trota:
Carboidrati: 0;
Proteine: 14,7;
Grassi: 3;
Acqua: 80,5;
Calorie: 86.
Parte edibile: 55;
Calorie al lordo: 47.
(per 100 g)
Carpa

La forma selvatica della carpa comune si ritiene originaria della Persia, dell'Asia Minore e della Cina. In Europa la specie è stata introdotta molti secoli fa per l'alimentazione, nonostante non possieda carni saporite, per la sua straordinaria capacità d'adattamento. E stata inoltre introdotta nei laghi artificiali per la pesca sportivaOggi, anche a seguito di ripopolamenti, è possibile trovarlo nella quasi totalità delle acque dolci temperate.

Descrizione
Il corpo della carpa è lungo, ovaloide, con dorso convesso poco sopra la testa. La bocca è protrattile, munita di 4 barbigli carnosi. La pinna dorsale è lunga, le altre sono robuste. La coda è forcuta. La livrea è bruno-verdastra con riflessi bronzei su dorso e fianchi, giallastra sul ventre.Di lunghezza variabile tra i 30 e i 60 centimetri e peso solitamente compreso tra i 3 e i 35 chili. Eccezionalmente può raggiungere e superare i 40 chili di peso e i 120 centimetri di lunghezza.Si tratta di un pesce estremamente longevo e si stima possa arrivare a 40 anni di età.
Pesce Gatto

L'ordine dei Siluriformes, comunemente detti pesci gatto, appartenente alla classe degli Actinopterygii, è un raggruppamento piuttosto eterogeneo di pesci ossei. Quasi tutte le specie che vi appartengono sono caratterizzate dal fatto di possedere almeno un paio di barbigli prominenti ai lati della bocca, utilizzati come organi di senso; escluso questo comune denominatore però l'ordine comprende una gamma molto ampia di specie, dotate di abitudini, habitat, peculiarità e morfologie molto diverse tra loro; alcune di esse sono addirittura prive dei distintivi barbigli.
Torna ai contenuti